Dal 10 al 19 Agosto ritorna FESTAMBIENTE il festival nazionale di Legambiente. In Toscana

FESTAMBIENTE è la madre di tutti i festival di Legambiente. Dopo Festambiente Sud sul Gargano che ha riscosso anche quest’anno un enorme successo e ha visto la presenza di decine di migliaia di persone e Festambiente e Legalità a Pollica che ha portato l’attenzione sul binomio Ambiente e Legalità in un territorio che è riuscito a coniugare questi due aspetti a partire dalla volontà e dal lavoro di Angelo Vassallo prende il via il 10 agosto Festambiente a Rispescia, in provincia di Grosseto.

Dieci giorni di grandi concerti di artisti di fama nazionale e internazionale e incontri, dibattiti, appuntamenti e divertimento sempre con lo sguardo attento e rivolto ai temi dell’ìambiente, delle enerigie alternative, del turismo sostenibile, delle produzioni tipiche e dei temi che Legambiente, i suoi Festival e Vivilitalia portano avanti da tantissimi anni e con l’aiuto e il supporto di persone, aziende e istituzioni che a RIspescia saranno presenti.

Si parte il 10 agosto con  la musica etnica, la multiculturalità anche sul palco di Vinicio Capossella, reduce dal grande successo del concerto a Festambiente Sud; l’11 agosto la poesia in musica di FRANCESCO DE GREGORI; il 12 agosto il teatro di ROCCO PAPALEO; il 13 agosto il rock della PFM che ha segnato la musica italiana ma non solo, degli anni ’70; il 14 agosto la musica e la forza FIORELLA MANNOIA; il 15 agosto il reggae di ALBOROSIE; il 16 agosto il rock degli AFTEROHOURS; il 17 agosto l’hip hop di CAPAREZZA; il 18 agosto sarà la volta del camaleontico TEO TEOCOLI e per concludere il 19 agosto la musica popolare, blacanica e gitana di GORAN BREGOVIC.

Sono stati realizzati abbonamenti a costi ridotti sul sito www.festambiente.it

Per tutte le informazioni sul Festival, come arrivare, prezzi dei biglietti e sistemazioni il riferimento è il sito www.festambiente.it o potete telefonare al numero: 0564-48771.

 

Le emissioni di Festambiente 2012 saranno compensate grazie al supporto di Azzero CO2, attraverso l’acquisto di crediti di emissione sul mercato volontario provenienti dal progetto di forestazione nel Parco Regionale del Delta del Po Veneto e ad un’attenzione particolare al risparmio energetico, alla raccolta differenziata (circa il 90% dei rifiuti sono differenziati), al risparmio idrico, alimentazione biologica e a km zero offerta nei vari punti ristoro, impiego di carta riciclata e materiali eco compatibili, utilizzo di stoviglie di ceramica, bicchieri di vetro e acqua in caraffa.