I risultati del Premio Talento Italiano 2012

“NEL TURISMO IL FUTURO E’ DONNA”

 

Maggioranza nei progetti presentati (25 su 45), intero podio conquistato: la preminenza femminile nel turismo è stata confermata anche nell’edizione 2012 del Premio Talento Italiano. Giulia, Elena e Valentina sono infatti i nomi delle vincitrici.

“Turisti per kaos” è il progetto di Giulia Boniardi, ambientato a Montecatini Val di Cecina (PI) e dintorni, che propone vacanze esperienziali per disabili nei borghi della Toscana.

In Sardegna, nel Sulcis-Iglesiente, è invece collocato “Energy Landscape – il paesaggio dell’energia”, presentato da Elena Zuliani; un pacchetto ad alta consapevolezza ambientale intorno alle fonti energetiche del passato e del futuro.

Valentina Braccia, che ha vinto il premio “ambiente e paesaggio” di VIVILITALIA, crea un viaggio in barca a vela toccando alcune delle più belle aree protette della Puglia, tra mare e terra.

Sette Menzioni Speciali hanno poi arricchito il panorama e la geografia delle nuove idee: Pierpaolo Romio con “La riscoperta del turismo fluviale: bici e barca da Mantova a Venezia” sul Po, Mabel De Bernardi “Pratiche evase – Call center Milano Expo 2015” gestito da detenuti, “Calalzo tra acque e crode il turismo è giovane” presentato dal Sindaco Luca De Carlo, Erika Polimeni “Creazione di un nuovo prodotto di turismo responsabile a… Pentedattilo (RC)”, “Genova non solo crociere e acquario” di Ilaria Casilini”, “Nuovi Itinerari Italiani” di Marta Maffia (NA), e “Pay what you want” di Nicola Maria Apollonj Ghetti (Roma).

Grande la fatica della commissione di valutazione per scegliere vincitori tra tante proposte eccellenti, e l’entusiasmo dei premiati durante la cerimonia, che si è tenuta il 17 febbraio in BIT, ospitata da Federturismo Confindustria.

“Il Premio e i progetti che ha raccolto ci dimostrano quanta energia ci sia tra i giovani e i professionisti del turismo italiano”, ha commentato Michela Valentini AD di SL&A, “E’ il momento di aiutare queste idee a farsi impresa, per lo sviluppo del turismo italiano, che ha nella responsabilità e nei valori del territorio i suoi maggiori vantaggi competitivi. Regioni, Enti Locali, Parchi e investitori istituzionali hanno di che lavorare”.

 

Luiss Guido Carli         logo-aitr         logo SLeA        Logo-vivilitalia-3 or