Terre di paesaggi incontaminati e di profumi selvaggi

Un weekend nelle Cinque Terre immersi nella rigogliosa natura dei luoghi e alla scoperta dei stretti “carruggi” che caratterizzano i borghi.


Luoghi

Dichiarate patrimonio mondiale dell’ umanità nel 1997, le Cinque Terre sono una delle aree mediterranee naturali più incontaminate della Liguria e della costa Tirrena. Luoghi tra terra e mare che regalano ai viaggiatori che vi approdano, una simbiosi totale con la natura che le domina incontrastata. Queste terre sono abitate da uomini e donne che sanno offrire un’ospitalità calda ed accogliente. Il resto lasciatevelo raccontare.

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre
L’area protetta del Parco Nazionale delle Cinque Terre si impegna ogni giorno nella difesa e salvaguardia del territorio che, come sappiamo, è stato profondamente modificato dall’azione dell’uomo. Un altro obiettivo che si pone il parco è quello di recuperare e conservare il più antico metodo di coltivazione, quello dei terrazzamenti, vero e proprio esempio di architettura del territorio, attraverso il mantenimento della viticoltura, l’unica attività umana che può conservare questo paesaggio.

Bonassola
è un piccolo ridente paese che sorge intorno a uno splendido golfo della costa ligure di levante, racchiuso da una cerchia collinare di pini marittimi e tipici terrazzamenti di uliveti e vigneti per la coltivazione agricola, a pochi chilometri dal Parco Nazionale delle Cinque Terre.
Storicamente attivo già dall’alto Medioevo (Castello) la sua storia si lega a quella ella Repubblica di Genova. Oggi la sua attività principale è il turismo: ampia spiaggia e sentieri adatti ad escursioni tutto l’anno.

Monterosso
“Paesaggio roccioso e austero, simile ai più forti di Calabria, asilo di pescatori e di contadini”. Così Montale descriveva  il borgo che lo ospitò nei lunghi periodi durante le stagioni estive e che ispirò diverse sue composizioni. Lo splendido borgo è nel cuore delle Cinque Terre, arroccato su una collina da dove si gode di un bellissimo panorama: un mare incontaminato, ma anche terra ferma, dove una natura allo stato selvaggio, intervallata da filari di viti, distese di ulivi e agrumeti, testimonia come l’uomo è diventato parte integrante di quel tratto di costa. A Moterosso sopravvive una delle attività più antiche come la pesca, in particolare quella delle acciughe definite “pan do ma’”(pane del mare),che si tramanda di generazione in generazione. Qui è molto diffusa oggi come allora la salagione di questo pesce affidata alle donne. Dal 2006 c’è una cooperativa a Monterosso, “Le ragazze del Parco” che si occupa di portare avanti questa antica attività e che lavora a stretto contatto con i pescatori locali. Non vi resta che venire in questi bellissimi luoghi e assoparare queste prelibatezze.

Levanto
Nel 2009 Legambiente conferma Levanto tra le migliori cinquanta località balneari italiane grazie  al suo mare, al patrimonio artistico e ambientale del suo territorio, alla qualità dei servizi e delle iniziative culturali, alla varietà della sua produzione enogastronomica. Nel 2003 è stato assegnato il “Premio Cittàslow”, prestigioso riconoscimento attribuito al paese che si sia distinto per “il miglioramento della qualità della vita ad ogni livello e la valorizzazione della tradizione e del territorio, attraverso la ricerca, la sperimentazione, l’innovazione e l’applicazione di soluzioni per l’organizzazione della città”.

Attività

Le Cinque Terre e i suoi territori grazie al clima mite che li caratterizza offrono la possibilità di svolgere numerose attività all’aria aperta e anche in mare, durante tutto l’anno, come escursioni in barca, percorsi trekking. Inoltre dal 2010 è attivo il waterfront di Levanto una splendida passeggiata fronte mare ornata da piante mediterranee che collega la cittadina a Bonassola attraverso una pista ciclabile o pedonale.

 

Ospitalità

Il Villaggio Parco, situato nella Liguria di Levante, per la sua particolare ubicazione – è esposto a mezzogiorno – gode di un microclima invidiabile (la temperatura media nei mesi più freddi scende raramente sotto i 10°); secco e soleggiato per buona parte dell’anno, è ventilato d’estate.
Nel suo splendido isolamento, è un piccolo borgo autosufficiente, in cui trascorrere piacevolmente il tempo senza obblighi e senza fretta.
La nuova sensibilità del turista, alla ricerca di paesaggi, odori e sapori naturali, trova qui il luogo ideale per un soggiorno in ogni stagione dell’anno. Una piccola oasi salva per miracolo, o per preveggenza, dall’avidità, dallo scempio edilizio, dall’inquinamento.

Quota

€ 115 a persona con un minimo di 2 partecipanti.

Periodo verde (gen/feb/mar/nov/dic) esclusi ponti e festività prezzo per un weekend € 230 (App.Tipo A) incluse una colazione e una cena per 2 persone, esclusa pulizia finale

Periodo azzurro (apr/mag/ott) esclusi ponti e festività prezzo per un weekend € 310,00 (App. Tipo A) incluse una colazione e una cena per 2 persone esclusa pulizia finale

Periodo arancio (giu/sett/Pasqua) solo soggiorni settimanali

Periodo oro (lug/ago) solo soggiorni settimanali

Da pagare in loco:
pulizia finale
riscaldamento extra
cambio biancheria extra
ospiti in visita
cani e animali, posto auto in più, moto in più, furgoni, SUV
lavanderia, tennis, lettino
early check – in 20,00 euro
late check – out: entro le ore 18.00 30,00 euro (compatibilmente alle disponibilità)
richieste speciali
interventi fuori orario
riduzioni nei periodi verde e azzurro

 

Per info e prenotazioni:

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Continua »